Finalità

ANCEI Formazione e Ricerca intende essere un canale di comunicazione tra le Istituzioni e la società civile ai cui bisogni vuole dare risposte in linea con i mutamenti socioculturali in atto che, se da un lato usurano le professioni, dall’altro suggeriscono la ricerca di adeguate contromisure ed estendono il valore della formazione rendendo l’investimento culturale funzionale ad una società che si caratterizzi sempre più come cognitiva. Infatti qualunque intervento nel settore economico presuppone la gestione della risorsa capitale umano, risorsa che ha tanto più valenza e potenziale quanto più sia in grado di esprimere skill e know-how (abilità, perizia, capacità e competenza). E’ quindi essenziale rilevare gli eventuali fabbisogni formativi e pianificare interventi di copertura del gap rilevato. L’educazione dei giovani è la custode della speranza. La formazione è la migliore risposta alla crisi. La cultura rimane il miglior investimento per il futuro di un luogo chiamato Italia. Formazione della persona e del cittadino, merito e cultura della solidarietà, educazione per tutta la vita e ruolo del lavoro come mezzo educativo, dialogo con il paesaggio inteso come educazione e innovazione tecnologica, sono alcune delle priorità a cui noi di ANCEI vogliamo dare seguito.

Rinnovare in maniera creativa la cultura pedagogica italiana sullo sfondo della globalizzazione, della società complessa, della società della conoscenza.Ripensare l’educazione, la formazione all’epoca di Internet e dei nuovi media digitali, per coniugare l’impegno politico e civile con l’innovazione tecnologica e le reti, il senso della convivenza con la cittadinanza europea e mondiale. Far ritrovare il gusto di apprendere e di insegnare, riattingendo all’etimologia dello studium che deriva da studere, che significa desiderare. Un’istruzione, un’educazione e una formazione capaci di desiderio. Per una scuola formativa che riabilitando i sensi, ritrovi il senso, che ritrovando i sapori, rianimi i saperi.

ANCEI nell’attività formativa persegue l’apertura di vie d’accesso alla innovazione culturale, offrendo a quella parte della popolazione, che rischia di essere emarginata dalle trasformazioni che riguardano l’occupazione o che non è ancora entrata nel mondo del lavoro, opportunità formative al passo con le nuove realtà tecnologiche orientate verso la learn production. L’azione è rivolta ai settori della scuola, della formazione e della cultura, dove l’adattamento alle nuove tecnologie, ai nuovi modelli di erogazione dei servizi e di organizzazione dei sistemi si è rilevato più difficile che nel settore industriale dove la percezione dei cambiamenti è stata più tempestiva.

La finalità è di contribuire, attraverso la formazione, a costruire una nuova cittadinanza che non escluda, in un mondo pieno di altri ma in cui non c’è nessun altro. Una inclusione che non sia senza identità. Infatti dopo la libertà e l’eguaglianza c’è oggi il bisogno e l’ideale dell’identità. La formula più volte riproposta è, anche per la formazione e la scuola, quella di agire localmente e pensare globalmente; ovvero sfruttare il radicamento degli enti di formazione e delle scuole autonome nei propri territori a contatto con le proprie comunità per un impegno di “civil education” come responsabilità e impegno verso il locale e, allo stesso tempo, con la connessione alle reti che globalizzano.striale dove la percezione dei cambiamenti è stata più tempestiva.

Maria Montessori
Sede Nazionale

Via Giuseppe Govone, 2
Cap. 00159 - Roma (RM)
Tel. +39 06/7025678 - Fax. +39 06/43562574
E-Mail: info@ancei.org