Formazione

Oggi i problemi mondiali, o de-localizzati, la chiusura di nicchie culturali, o di mercati locali, non regge alla pressione esercitata dai noti fenomeni della globalizzazione, che appunto non è solo economica o produttiva ma anche culturale o simbolica. Tuttavia, all’interno di questa proliferazione e diffusione, si costituiscono, per ragioni storiche e/o geografiche, delle aree, dei contesti identificabili, e però distinguibili da altri contesti.

ANCEI ha inteso radicarsi nell’Europa contribuendo alla costruzione della nuova cittadinanza europea di fronte al mondo, senza rinnegare la difesa di tutte quelle specificità culturali locali, che consentono di identificare specifici contesti e di distinguerli da altri. L’impegno prioritario è quello di agire localmente pensando globalmente per sviluppare, attraverso la formazione, la conoscenza delle Istituzioni europee e delle opportunità di formazione e di lavoro che si offrono in ambito comunitario, una sempre maggiore consapevolezza dell’identità nazionale dei cittadini in una dimensione europea e la collocazione dell’educazione europea in una più vasta ed inclusiva educazione alla mondialità. Diffondere la conoscenza delle opportunità è dunque una sorta di imperativo. Il lavoro della informazione è preliminare. L’Italia non utilizza i fondi europei per lo sviluppo se non in parte, neppure nel campo della formazione.

Ma le ragioni economiche ed operative contengono qualcosa in più della pur importante possibilità della utilizzazione di risorse. Stabilire un contatto con la normativa europea porta alla diffusione della mentalità europea. E’ questione dello spirito e non solo della materia. Si tratta di sincronizzare lo stile educativo nazionale con quello delle altre nazioni dell’Europa e non solo. Lo scopo è la formazione di una unitarietà culturale. La collocazione nella dimensione europea è insieme una opportunità ed un compito che oggi assume un alto valore strategico per il nostro futuro.

  • Mainstreaming

Coerentemente con quanto indicato dalle politiche dell’Unione Europea sullo sviluppo del sociale e delle leggi nazionali per il recupero dei differenziali di crescita tra aree e settori produttivi, ANCEI si propone di favorire lo sviluppo delle risorse umane e migliorare le competenze e le conoscenze professionali del capitale umano in un ottica di Life Long Learning.

L’ istruzione e la formazione sono essenziali nell’ambito dei cambiamenti economici e sociali. La flessibilità e la sicurezza necessarie per ottenere posti di lavoro migliori e più numerosi dipendono dalla capacità di garantire a tutti i cittadini la possibilità di acquisire conoscenze e competenze durante tutto l’arco della vita. L’apprendimento lungo tutto l’arco della vita sostiene la creatività e l’innovazione e consente di partecipare interamente alla vita economica e sociale.

Le nostre attività formative tendono a elevare il livello delle competenze di chi possiede competenze di basso livello e rischia l’esclusione economica e sociale attuando interventi di prevenzione e di sensibilizzazione da realizzarsi nelle scuole, rivolti a studenti, insegnanti, genitori ed a quanti rappresentano un riferimento positivo all’interno della comunità locale al fine di diffondere, sin dall’età scolare, la cultura dell’equità, della parità, della solidarietà e del rispetto delle differenze, soprattutto nella relazione tra uomo e donna per le pari opportunità nella formazione.

ANCEI in questi anni ha lavorato perché la prospettiva di genere entrasse a far parte degli indicatori di qualità della propria progettazione sia per far maturare “competenze di genere” nei propri formatori/formatrici contribuendo a delineare un quadro conoscitivo basato sull’analisi di genere, in modo da orientare efficacemente le azioni rivolte ai soggetti femminili e maschili, sia per realizzare la necessaria qualità dei servizi innovativi. L’adozione di un approccio che della differenza di genere fa un elemento di conoscenza, esperienza e sapere ha comportato un ripensamento radicale di metodologie e strumenti, andando a rappresentare il fattore di innovazione più dinamico e trasversale che la formazione ha conosciuto negli ultimi anni.

I cambiamenti intervenuti nel mondo del lavoro hanno negli anni coinvolto sempre più soggetti nella discontinuità dei percorsi professionali e richiesto alla formazione un continuo adeguamento di metodologie e strumenti ad un’utenza sempre più eterogenea rispetto al genere, l’età, le caratteristiche culturali, socio-economiche, ecc. Questo dato, unito alla convinzione che la differenza di genere non riguarda le donne ma la capacità di leggere la
realtà e di riconoscere i soggetti che la abitano, ha portato ANCEI ad intensificare il proprio impegno in azioni di mainstreaming, in grado di trasferire in altri contesti e ad altri soggetti l’esperienza maturata nella formazione rivolta alle donne.

Maria Montessori
Sede Nazionale

Via Giuseppe Govone, 2
Cap. 00159 - Roma (RM)
Tel. +39 06/7025678 - Fax. +39 06/43562574
E-Mail: info@ancei.org